Con il progredire delle campagne vaccinali, la possibilità di viaggiare a basso rischio, sia per le popolazioni ospitanti che per i viaggiatori stessi, diventa più probabile e realizzabile. Così Malta si sta preparando alla riapertura delle attività turistiche che è stata fissata per il 1° giugno.

Ad oggi, il 40% della popolazione maltese ha ricevuto una prima dose di vaccino ed il 20% anche la seconda. Questo significa che, rispetto alla maggior parte degli altri paesi, la campagna progredisce velocemente.

"Malta è una destinazione molto popolare per i vacanzieri italiani, che rappresentano un contributo chiave per l'economia delle nostre isole. Siamo quindi entusiasti all’idea di dare il benvenuto ai viaggiatori provenienti dall’Italia dal 1° giugno 2021. Abbiamo implementato i protocolli COVID in modo che i visitatori possano essere rassicurati sul fatto che tutti i ristoranti, alloggi e fornitori di servizi rispetteranno i massimi livelli di igiene e sicurezza", dichiara Clayton Bartolo, ministro del Turismo e della Tutela dei Consumatori di Malta, che aggiunge “La salute e la sicurezza sia dei cittadini maltesi che dei turisti saranno sempre la nostra massima priorità e, con il continuo progredire della campagna vaccinale qui a Malta, questo piano è progettato per riaprire in massima sicurezza".

I turisti italiani potranno visitare Malta, Gozo e Comino - per viaggi di piacere o d'affari – godendo in tutta tranquillità delle attrazioni delle isole. In molti attendono di riprendere a viaggiare ed è per loro che l'autorità per il turismo maltese lancerà la nuova campagna Feel free again, che mira ad ispirare i viaggiatori che finalmente hanno ritrovato la libertà di muoversi, a pianificare, prenotare e viaggiare a Malta per sperimentare ancora una volta quanto le isole hanno da offrire, unitamente alla sensazione di libertà che questo saprà portare.

Fonte: https://www.visitmalta.com/it/ - 15/04/2021