Il primo passo verso la riapertura dei confini: dal 23 maggio Israele consentirà l’ingresso nel paese ai gruppi di turisti.

Lo hanno annunciato il ministro del turismo Orit Farkash-Hacohen e quello della sanità Yuli Edelstein spiegando che la scelta di favorire i gruppi è stata fatta perché questi sono più controllabili. Ai turisti sarà chiesto oltre la vaccinazione un tampone negativo prima della partenza e all'arrivo in Israele e anche un test sierologico che dimostri la presenza di anticorpi. I due ministri hanno detto che il governo continuerà a trattare con altri Paesi per il riconoscimento reciproco dei vaccini in modo da evitare il test sierologico

Fonte: ANSA - 13/04/2021