Di seguito tutti gli ultimi aggiornamenti sull’utilizzo nei Paesi europei.

Informazioni aggiornate al 12/08/2021

In Francia vige l’obbligo del certificato per entrare in bar e ristoranti e viaggiare in treno o aereo. La misura vale anche per i turisti; l’Irlanda richiede il certificato per entrare in ristoranti e hotel.

In Austria è richiesto per entrare nei musei; mentre in Olanda solo per i grandi eventi. La Danimarca lo applica per le partite di calcio con oltre 2 mila spettatori.

In Portogallo il Green Pass è necessario per soggiornare in hotel mentre in 60 comuni del Paese iberico, tra cui Lisbona e Porto, è necessario anche per andare al ristorante.

Anche in Grecia nei luoghi di intrattenimento al chiuso si dovrà esibire il green pass però viene fatta una divisione in tre gruppi nei ristoranti: il primo accetta solo persone vaccinate, il secondo anche i clienti con test negativo e il terzo garantisce che tutti i dipendenti sono stati vaccinati.

Malta richiede la certificazione all’ingresso per evitare la quarantena; mentre in Croazia influisce solo sul numero degli invitati ai matrimoni.

In Romania, il pass dà maggiori possibilià di accedere a palestre e luoghi culturali. Estonia, Lettonia e Lituania impongono la cena all’esterno, con limiti al numero dei commensali e distanziamento.

Al momento Germania e Spagna non hanno ancora istituito particolari limitazioni, lasciando la scelta alle singole regioni.

Fonte: TTG Italia 11/08/2021